Pop-filosofia, la riscossa del sapere a portata di telecomando

È possibile comprendere e spiegare complessi fenomeni sociali partendo dall’analisi di un videogioco o della vostra canzone preferita?

Quest’oggi su L’Undici parlerò proprio di quest’inedita possibilità e del suo enorme potenziale di fronte al bombardamento massmediatico cui siamo tutti (neanche troppo scientemente) sottoposti.

In apparenza tematica da neofiti d’alto scranno, la “pop-filosofia” è in realtà una novità all’interno del panorama culturale italiano destinata a entrare sempre più incisivamente nelle nostre vite, aggiungendo maggiore consapevolezza del mondo in cui viviamo (se necessario) ed un pizzico di coscienza critica in più – perlomeno è quanto mi auguro, affinché la filosofia ritorni alle proprie origini, per l’appunto “popolari”. 

Insomma, sfatiamo i miti del “fruitore passivo” e dell’ “utente allegro”, così tanto cari alla sociologia dei media, e cominciamo a pensare davanti allo schermo del computer di casa o del televisore in cucina!

Non è questa una filosofia di vita alettante?! Scopritelo su Pop-filosofia, la riscossa del sapere a portata di telecomando! Basta un click!

Annunci

Il ruolo della Letteratura nella contemporaneità.

Oggi riporto papale papale un interessantissimo passo tratto dal già citato “Incontri con uomini straordinari” di Georges I. Gurdjieff, in cui l’autore non solo si limita a lanciarsi in una disamina (più che obiettiva e amaramente poco lusinghiera) della letteratura e dei suoi attuali rappresentanti, ma ripropone anche i particolari di un discorso sentito in gioventù durante il suo primo soggiorno in Persia in occasione di una riunione di intellettuali cui, per caso, partecipò.

Continua a leggere