Io vorrei… Non vorrei… Ma se vuoi…

Scrivo ogni giorno, almeno un poco: mi tiene sveglia, lucida, caustica quando serve, attiva quanto basta, a tratti acida, a tratti iperemotiva – mi pare d’essere fatta d’impalpabile (ma visibile) materia, d’amarezza per l’oggi e di certezza per il domani: lo percepisco, con una sensibilità quasi da lacrima.

L’evidenza delle cose chiama la consapevolezza dell’Io. E teoricamente l’azione, o meglio una non specificata reazione. Onestamente, io vorrei e non vorrei ma, se vuoi, diciamo così.

Mi sento irrefrenabile, quando appunto pensieri, parole e persino aforismi su qualsiasi mezzo adatto allo scopo, come se scrivere fosse divenuta la mia ragione esistenziale, oggetto e fine del mio respiro.

Scrivo, come se non ci fosse alcuno scoglio capace di arginare il mare del mio tutto e della mia (ben) ritrovata creatività: quel temperamento artistico che avevo dimenticato inconsciamente fra aspettative da assecondare ed esigenze altrui da smitizzare

Ora vivo appena, senza trovare il tempo per me stessa, perlomeno non come vorrei; eppure non posso evitare d’imbattermi in quella pulsione vitale, d’insopprimibile bellezza, che sembra si diverta sempre a fare capolino nel sostrato del mio divenire, sussurrandomi all’orecchio di ascoltarmi e di dare sfogo a quanto di bello possiedo: un talento, una luce, un qualcosa di rigenerante, che non riesco a trasmettere a tutti, specialmente hic et nunc… Che peccato! Sarebbe tutto molto più semplice e spontaneo…e vivibile.

Arriverà il tempo dei cambiamenti, con nuove priorità sotto inedita luce…quale diletto! Frattanto, mi insabbio fra dune che non sento mie, in un deserto emozionale che poche persone riescono a dipanare, in un’aridità che perennemente mi annebbia vista e memoria, facendomi dimenticare traguardi raggiunti e sogni abbozzati…

Scrivo ogni giorno, almeno un poco: io vorrei, non vorrei, ma se vuoi…rinsavisco.

E rinasco. E faccio. E disfo. E creo. E scrivo con questa canzone nella mente….e, tempo di un attimo cosciente, “torno già a volare”! So che mi attendono “le distese azzurre e le verdi terre, le discese ardite e le risalite, su nel cielo aperto e poi giù il deserto e poi ancora in alto, con un grande salto” nella vita che mi confà…ma non ora, non adesso.

Domani è un altro giorno: il futuro ad un passo, il sacrificio costante, l’appagamento anche.

Ma non ora, non adesso.

“Io vorrei… Non vorrei… Ma se vuoi…” – Lucio Battisti

Annunci

2 thoughts on “Io vorrei… Non vorrei… Ma se vuoi…

  1. accidenti accidentolina… stavo sentendo Battisti (anima latina) e….
    e ho deciso di dare un’occhiata al tuo blog.. ed eccoti qua che ti destreggi tra discese ardite, salite e risalite, e colline verdi e cieli azzurri e voli, voli, voli, voli…
    respira profondamente, amica mia, e vola, vola, vola, vola…
    da quaggiu’ ti guardo ammirato…

    Liked by 1 persona

    • Oh Rinaldo, i tuoi commenti sono sempre così affettuosi, dolci e sentiti, così teneri, sinceri e leggiadri, come una carezza fatta di parole! Siamo a dir poco sulla stessa lunghezza d’onda: oggi Battisti ci ha fatti (ri)trovare!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...