Ispirazione e ricerca della Verità

Approcciandomi all’autobiografico “Incontri con uomini straordinari” di Georges I. Gurdjieff (filosofo, scrittore e mistico armeno, 1877-1949), rimango affascinata dalle parole a lui attribuite sin dalle prime pagine della Prefazione. Ho l’impressione che questo libro racchiuda in sé un immenso universo di senso, un profondo messaggio che va desunto fra le righe, ricercato con tanta apertura mentale e pazienza di spirito…

“Ma avvicinarlo [Gurdjiegg] era sempre una prova. Davanti a lui qualsiasi atteggiamento sembrava artificioso. Che fosse eccessivamente deferente o al contrario pretenzioso, sin dai primi minuti veniva fatto crollare. Caduto l’atteggiamento, rimaneva soltanto una creatura umana spogliata della sua maschera e, per un momento, colta in tutta la sua verità. Era un’esperienza spietata, per alcuni impossibile a sopportarsi. (…) Quanto a quelli che avevano saputo avvicinarlo, e per cui questo incontro era stato un avvenimento determinante, ogni tentativo di descriverlo appariva loro inadeguato. Per questo le testimonianze dirette sono così rare.”

Gurdjieff

Georges I. Gurdjieff

Stufa della maschera dettata dalle convenzioni sociali e desiderosa di scoprire un nuovo mondo fatto di chiarezza e trasparenza, mi ritrovo costantemente in preda alla nostalgia di quella “spietatezza” (la Verità) di cui parlano i Grandi Maestri, lontana dall’ostilità di taluni e dall’indifferenza dei più.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...